Sabato 9 Novembre 2019


Ragazzi/e Gruppo Pina che hanno ricevuto la SS Cresima il 26 ottobre 2019

Preghiere!

È un giorno di Grazia questo... e per i nostri ragazzi, per la loro bellezza, per la loro profondità Deo Gratias.

 

Con il battesimo li hai resi tuoi figli e oggi liberi e consapevoli ti ribadiscono il loro filiale “sì” e tu, Padre, che sei Via, Verità e Vita, con i doni dello Spirito, li confermi a cose grandi.

 

Oggi per loro è un punto di partenza. Con il dono della Sapienza, dell’Intelletto, del Consiglio, della Fortezza, della Scienza, della Pietà e del tuo Santo Timore di Dio che non è paura ma profondo rispetto della Via che hai scritto per ognuno di noi, guidali nel cammino della Vita, perché possano risponderti sempre, come oggi, “Eccomi” e essere testimoni, in questo mondo martoriato, dell’unica Verità che salva e dà la vita eterna.

 

Sono tuoi figli e li hai affidati alle nostre mani.  E anche noi genitori ti affidiamo il nostro cuore per trovare nel tuo abbraccio, la forza di essere tuoi testimoni vivi, esempio per il loro cammino cristiano, nonostante le nostre inevitabili fragilità che tu conosci così bene. Dacci la forza sempre di assecondare e accompagnare il desiderio innato che questi figli hanno di infinito e quindi di Te che sei Infinito.

 

Laudamus te Domine Deus, Benedicimus te, adoramus te. 

 

 

Amen


Per noi cresimandi,

affinchè possiamo trovare nella comunità parrocchiale non solo un punto di partenza ma la meta dove ciascuno possa essere impegnato ed applicato secondo le proprie aspirazioni

Per i sacerdoti,

perché possano essere sempre più vicini ai bisogni della comunità ed essere per noi non solo guide spirituali, ma fraterni amici

 

Per i catechisti, operatori pastorali e tutti i giovani che abbiamo incontrato in questo cammino, affinchè non venga mai a mancare il clima di calorosa accoglienza che abbiamo sempre incontrato e che tutti ci unisce in un’unica fede.

 

 

Ringraziamo i nostri genitori, primi testimoni di fede, per averci condotti a suo tempo in questo fonte battesimale e preghiamo affinchè il dono dello Spirito Santo oggi ricevuto in piena consapevolezza, ci renda capaci di testimoniare nel mondo la carezza di Dio


camminate di fede 2019 – 2020

 

Comunita’ dei canonici regolari dell’immacolata concezione

parrocchie natività di maria – s. giulio – s. maria regina pacis

 

 

Verso l’alto

 

camminando

si apre il cammino

 

Verso l’Altro

 

 

 

 

La fede parte dai piedi ed arriva a Dio, lì dove si fa incontrare

 

 

“Guardando le cime dei monti si ha l’impressione che la terra si proietti verso l’alto, quasi a voler toccare il cielo; in tale slancio l’uomo sente in qualche modo interpretata la sua ansia di trascendenza e di infinito”

(S. Giovanni Paolo II nell’Angelus del 7 settembre 1986)

 

L’esperienza delle camminate di quest’anno vuole farci riflettere sulla nostra vita protesa da sempre verso l’Infinito. Siamo come impegnati in una marcia verso l’alto ed in questa ascesa, se si presta attenzione, ci si può imbattere nell’Altro.

La montagna nella Bibbia è da sempre il luogo delle scelte, della prova, del rifugio e delle cadute (sconfitte). Soprattutto, però,  è il luogo in cui Dio si rivela e si mostra attraverso la LUCE (bagliori di folgore o colonna di fuoco, fulmini o fumo denso) e la PAROLA (rombo di tuono o brezza leggera, temporale o sole che sorge);  è il luogo intimo e sacro dove siamo invitati a “toglierci i sandali” della nostra supponenza e presunzione per “sostare e prestare soltanto ascolto”.

 

Nelle nostre camminate avremo modo di salire su 8 monti biblici (Sinai, Nebo, Sion, Monte delle Beatitudini, Calvario, Monte degli Ulivi, Tabor, Ararat) di accostare e riflettere i passi biblici ad essi riferiti e celebrare insieme il nostro grazie nell’eucarestia.

 

Gli itinerari li scoprirete nella locandina del calendario.

 

Per un SABATO AL MESE proponiamo una serie di camminate, più o meno impegnative, che inizieranno o termineranno con un momento di preghiera o la messa (magari in vetta) e saranno accompagnate dal Rosario, pregato al ritmo dei passi. Quest’anno proponiamo l’affitto di un piccolo pullman per poter viaggiare insieme  e fare comunità (questo implicherà più precisione nelle adesioni e una quota di partecipazione da versare una settimana prima della camminata – vi informeremo meglio).

 

Chi vuole fare parte del gruppo whatapp o della mailnglist lo comunichi a

 

p. Gigi Franchini al  333 44. 24. 525                    e mail : gigifranchini13@gmail.com


IL CAMMINARE DELLA FEDE

 

PRIMO  APPUNTAMENTO : IL MONTE SINAI

 

SABATO  19 OTTOBRE  2019

MONTE DELLE FATE

 (1090 m. - catena montuosa Ausoni)

 

TEMPO DI PERCORRENZA 2h30 A e 2h R       DIFFICOLTA’ : facile

 

Partenza: alle 6.15 dalla parrocchia di Regina Pacis (via Federico Torre – vicino alla farmacia). Cerchiamo di essere tutti automuniti,

 

Occorrente: scarpe comode per trekking, borraccia,  vestiti per camminata,  rosario, soldi per dividere la spesa benzina, fare colazione e pranzare, pranzo al sacco (portate salsicce e pane perchè sarà possibile il  barbecue)

 

Percorso: Giunti ad Amaseno si segue l’indicazione per Monte Rotondo. La strada, giunta a ridosso delle montagne, sale decisamente per raggiungere in piccolo abitato, qui, in corrispondenza di un tornante verso sinistra, parcheggeremo. A destra del tornante inizia il sentiero n°35 (segno sopra una grossa roccia). Dopo pochi metri, scavalcate tranquillamente il filo spinato e proseguite salendo lungo la stradina che si restringerà progressivamente fino a diventare un sentiero.  I segni bianco-rossi sono sempre evidenti e facili da seguire. A un certo punto il sentiero devia verso destra all’altezza di un’evidente indicazione su una roccia, per poi inoltrarsi poco dopo all’interno del bosco. Più avanti, usciti dal bosco, arriverete ad una radura con dei massi che sembrano avere forme geometriche. Nella radura c’è anche una piccola capanna e una caratteristica cisterna per l’acqua.  Il sentiero prosegue addentrandosi nuovamente nel bosco, per poi uscirne di nuovo in corrispondenza della Sella Palombi (quota 723 s.l.m., vicino ad un traliccio dell’Enel), da dove il panorama si allarga verso il mare, le isole Pontine, e il sottostante lago di Fondi.  Si prosegue in salita sulla sinistra verso la cima, incontrando quasi subito un altro tratto di bosco .Quando la vegetazione comincia a farsi meno fitta, si esce definitivamente dal bosco e si prosegue raggiungendo la cima del Monte delle Fate (1090 metri s.l.m.). Molto caratteristico l’ultimo tratto del percorso, con dei vasti prati di salvia che coprono la parte sommitale della vetta.

Dalla vetta la visuale si allarga a 360°, oltre che verso il mare, il promontorio del Circeo e il lago di Fondi, anche verso i vicini monti Lepini ed Aurunci, e sulla sottostante valle. (cfr www.gambeinspalla.it/itinerario.asp?ID=3 = Monte delle fate da amaseno)

Pranzo: al sacco

 

Ritorno: in serata verso le 18.00

 

 

Per informazioni, adesioni (da comunicare entro giovedì 17 sera)

potete contattare p. gigi Franchini

al 333 44 24 525  o  mail : gigifranchini13@gmail.com


Conferimento incarico operatori pastorali 5 ottobre 2019

Conclusione Festa Patronale 29 Settembre 2019-E' festa per Maria, è festa per noi!

Domenica 15 Settembre 2019

Benedizione degli zainetti

Gita a Città della Pieve Sabato 14 Settembre 2019

Sul Cammino di Santiago Luglio 2019!


Campo dei ragazzi a Ponte di Legno luglio 2019!


Ragazzi che Grest!

Pentecoste 9 giugno 2019

Bambini prima confessione maggio 2019!


25 ordinazione sacerdotale di Padre Luigi Franchini 28 Maggio 2019

"Dio vuole che mi applichi per la vostra santificazione; siete stati affidati a me, e, se volete rispondere a quanto vi domanda, cioè al suo grande desiderio di essere da voi amati, mi farà dono delle luci e delle parole che per voi saranno le più sicure e le più profittevoli..teneramente in Gesù"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dom Adriano Grea

 

 

 

 

 

    1994 -2019

 

Caro Padre Luigi

 

 

 

nella tua e nella nostra storia l’aspetto fisico è cambiato: ti conoscemmo giovane seminarista che, sandali ai piedi, chitarra in spalla, in sella ad una bicicletta, percorrevi le vie di questo quartiere con destinazione Parrocchia Natività di Maria.

 

Sei diventato adulto e con te sono cresciuti quei fanciulli, quegli adolescenti e quei giovani per i quali tu hai speso i tuoi talenti.

 

Ti sei preso cura dei figli di coloro con cui tu stesso hai vissuto la spensieratezza della giovane età.

 

Sei diventato guida e padre perché hai compreso di avere figli a cui si dà senza pretendere, ai quali indicare il modo di organizzare la propria vita con la certezza che tutto è una questione d’amore.

 

Sei diventato amico prezioso per confortarci nei momenti difficili e per rallegrarti con noi nei momenti di gioia.

 

Hai piantato semi per trarne frutti e, dopo 25 anni, per noi è bello affermare che sei una risorsa speciale per la Chiesa e che il tuo desiderio di volerci bene lo hai realizzato totalmente.

 

 

 

Grazie p. Gigi

 

 

 

 

 

La comunità di Natività di Maria

 


Comunioni 4 Maggio. Gruppo  Roberta e Rosa!

Venerdi Santo 19 Aprile 2019

Camminata nella Fede 17 Marzo 2019


Padre Erasmo Fierro ordinazione 23 Febbraio 2019!

 

 

Caro Erasmo,

un passo dopo l’altro abbiamo avuto il privilegio di gustare la tua umiltà, la tua intelligenza, la tua grande sensibilità, la tua allegria e non ultima la tua saggezza: doni preziosi per noi della comunità della Natività di Maria! Abbiamo avuto la fortuna di essere testimoni commossi ed emozionati quando hai pronunciato i tuoi “Sì” per consacrarti al servizio del Signore.

Ora che ti appresti a diventare Prete ed affrontare questa appassionata avventura, siamo certi che coloro che ti saranno affidati troveranno in te un amico speciale di cui potranno fidarsi per essere guidati sull’unica strada che porta a Gesù.

Auguri Padre Erasmo: il nostro abbraccio affettuoso e la nostra stima ti accompagneranno nel tuo cammino illuminato dalla Fede, dalla Speranza e dalla Carità.

 

La comunità di Natività di Maria

Camminando nella fede 16 febbraio 2019 visita-camminata sula strada delle sette chiese!

Befana 2019


Il nostro Stefano Fioravanti 10 novembre in occasione della cerimonia d'istituzione dei Ministeri del Lettorato ed Accolitato, a l termine di un lungo percorso formativo presso l'Istituto Pontificio S.Anselmo.

A San Giovanni la Messa per l’istituzione di lettori e accoliti

La celebrazione presieduta dal vescovo Daniele Libanori. Le linee guida in un motu proprio di Paolo VI datato 1972. L’esortazione del presule: mantenere «l’impegno a una vita santa, per essere validi testimoni verso i fratelli»

 

La diocesi di Roma si arricchisce di due nuovi lettori. I due ministeri sono stati conferiti sabato 10 novembre nel corso di una Messa presieduta dal vescovo Daniele Libanori, delegato del Centro diocesano per il diaconato permanente, nella basilica di San Giovanni in Laterano. Riccardo Baldi della parrocchia di Santa Maria in Traspontina e Stefano Fioravanti della Natività di Maria a via Bravetta sono stati eletti al ministero del lettorato.

 

Ai due lettori, che si sono prostrati in ginocchio davanti al vescovo, è stato consegnato il libro della Sacra Scrittura.

Tra i concelebranti, don Enrico Feroci, rettore del Seminario della Madonna del Divino Amore, e padre Giuseppe Midili, direttore dell’Ufficio liturgico diocesano.



Dopo la riforma del Concilio Vaticano II il lettorato e l’accolitato sono ministeri istituiti conferiti anche ai laici e disciplinati dalla lettera apostolica in forma di motu proprio “Ministeria quaedam” di Papa Paolo VI del 1972. Al punto VII è sancito che i due ministeri sono riservati solo agli uomini e il lettorato è il primo dei ministeri istituiti. Ha radici molto remote. Una traccia dell’esercizio di questo ministero si trova nel II secolo nella I Apologia di Giustino nella quale il lettore appare come una figura distinta da chi presiede e fa l’esortazione ma dal testo non si evince se fosse un ufficio vero e proprio. Esplicita testimonianza del “lector” sono fornite da Tertulliano e Ippolito Romano.

Nel documento di san Paolo VI sono delineati i compiti del lettore, al quale spetta proclamare la Parola di Dio, ma non il Vangelo, durante la Messa e le altre liturgie. Può recitare il salmo, in assenza del diacono può enunciare le intenzioni della preghiera universale dei fedeli. Sua mansione è anche quella di istruire i fedeli a ricevere i sacramenti. Il motu proprio precisa che il lettore può anche preparare coloro che devono leggere la Sacra Scrittura durante le funzioni. L’insegnamento di un «umile catechista» svolto con «rispetto e amore», ha precisato Libanori. I lettori «dovranno sentire la responsabilità di nutrirsi della Parola di Dio specialmente attraverso la meditazione quotidiana», ha rimarcato il vescovo. Ha esortato i nuovi eletti ad «assimilarla» affinché la proclamazione durante l’assemblea liturgica «sia viva e sostenuta da una fede vigorosa e trascinante». Da questo scaturisce la testimonianza.

 

Ai nuovi lettori il vescovo ha rivolto l’ultima esortazione a mantenere «l’impegno a una vita santa attraverso la preghiera e l’assiduità ai sacramenti, per essere validi testimoni verso i fratelli con i quali condividono la fatica quotidiana».


I ragazzi e le ragazze che hanno ricevuto la cresima il 27 ottobre 2018


Conferimento mandato a operatori pastorali e saluto a Padre Angelo


Festa patronale 2018

Pellegrinaggio a Narni


Benedizione zaini, picnic,spettacolo!


Campo estivo 2018

Ritagli di Grest 2018!


Pellegrinaggio  ad Alatri - Compatri

Bambini che hanno ricevuto la comunione 12 maggio 2018 gruppo Mariella e Anna

Visita Chiesa Sant'Agostino Santa Costanza Santa Agnese 25 Aprile 2018


"Eppur Educo" Incontro con Padre Maurizio Botta

" Eppur Educo" Incontro con Franco Nembrini


Udienza generale 25 aprile, visita Chiesa Sant'Agostino 24 Aprile


Diaconato Fr. Erasmo Fierro Domenica 15 Aprile 2018

Pasqua 2018


" Eppur Educo" Video Incontro                           Franco Nembrini 19 Marzo 2018

Incontro con Franco Nembrini Lunedi 19 marzo 2018

Via Crucis 2 anno comunione venerdi 2 marzo 2018


Quaresima 2018!