Camminando nella fede 16 febbraio 2019 visita-camminata sula strada delle sette chiese!

Befana 2019


Il nostro Stefano Fioravanti 10 novembre in occasione della cerimonia d'istituzione dei Ministeri del Lettorato ed Accolitato, a l termine di un lungo percorso formativo presso l'Istituto Pontificio S.Anselmo.

A San Giovanni la Messa per l’istituzione di lettori e accoliti

La celebrazione presieduta dal vescovo Daniele Libanori. Le linee guida in un motu proprio di Paolo VI datato 1972. L’esortazione del presule: mantenere «l’impegno a una vita santa, per essere validi testimoni verso i fratelli»

 

La diocesi di Roma si arricchisce di due nuovi lettori. I due ministeri sono stati conferiti sabato 10 novembre nel corso di una Messa presieduta dal vescovo Daniele Libanori, delegato del Centro diocesano per il diaconato permanente, nella basilica di San Giovanni in Laterano. Riccardo Baldi della parrocchia di Santa Maria in Traspontina e Stefano Fioravanti della Natività di Maria a via Bravetta sono stati eletti al ministero del lettorato.

 

Ai due lettori, che si sono prostrati in ginocchio davanti al vescovo, è stato consegnato il libro della Sacra Scrittura.

Tra i concelebranti, don Enrico Feroci, rettore del Seminario della Madonna del Divino Amore, e padre Giuseppe Midili, direttore dell’Ufficio liturgico diocesano.



Dopo la riforma del Concilio Vaticano II il lettorato e l’accolitato sono ministeri istituiti conferiti anche ai laici e disciplinati dalla lettera apostolica in forma di motu proprio “Ministeria quaedam” di Papa Paolo VI del 1972. Al punto VII è sancito che i due ministeri sono riservati solo agli uomini e il lettorato è il primo dei ministeri istituiti. Ha radici molto remote. Una traccia dell’esercizio di questo ministero si trova nel II secolo nella I Apologia di Giustino nella quale il lettore appare come una figura distinta da chi presiede e fa l’esortazione ma dal testo non si evince se fosse un ufficio vero e proprio. Esplicita testimonianza del “lector” sono fornite da Tertulliano e Ippolito Romano.

Nel documento di san Paolo VI sono delineati i compiti del lettore, al quale spetta proclamare la Parola di Dio, ma non il Vangelo, durante la Messa e le altre liturgie. Può recitare il salmo, in assenza del diacono può enunciare le intenzioni della preghiera universale dei fedeli. Sua mansione è anche quella di istruire i fedeli a ricevere i sacramenti. Il motu proprio precisa che il lettore può anche preparare coloro che devono leggere la Sacra Scrittura durante le funzioni. L’insegnamento di un «umile catechista» svolto con «rispetto e amore», ha precisato Libanori. I lettori «dovranno sentire la responsabilità di nutrirsi della Parola di Dio specialmente attraverso la meditazione quotidiana», ha rimarcato il vescovo. Ha esortato i nuovi eletti ad «assimilarla» affinché la proclamazione durante l’assemblea liturgica «sia viva e sostenuta da una fede vigorosa e trascinante». Da questo scaturisce la testimonianza.

 

Ai nuovi lettori il vescovo ha rivolto l’ultima esortazione a mantenere «l’impegno a una vita santa attraverso la preghiera e l’assiduità ai sacramenti, per essere validi testimoni verso i fratelli con i quali condividono la fatica quotidiana».


I ragazzi e le ragazze che hanno ricevuto la cresima il 27 ottobre 2018


Conferimento mandato a operatori pastorali e saluto a Padre Angelo


Festa patronale 2018

Pellegrinaggio a Narni


Benedizione zaini, picnic,spettacolo!


Campo estivo 2018

Ritagli di Grest 2018!


Pellegrinaggio  ad Alatri - Compatri

Bambini che hanno ricevuto la comunione 12 maggio 2018 gruppo Mariella e Anna

Visita Chiesa Sant'Agostino Santa Costanza Santa Agnese 25 Aprile 2018


"Eppur Educo" Incontro con Padre Maurizio Botta

" Eppur Educo" Incontro con Franco Nembrini


Udienza generale 25 aprile, visita Chiesa Sant'Agostino 24 Aprile


Diaconato Fr. Erasmo Fierro Domenica 15 Aprile 2018

Pasqua 2018


" Eppur Educo" Video Incontro                           Franco Nembrini 19 Marzo 2018

Incontro con Franco Nembrini Lunedi 19 marzo 2018

Via Crucis 2 anno comunione venerdi 2 marzo 2018


Quaresima 2018!