Benvenuti!

La seconda verità è che Cristo, per amore, ha dato sé stesso fino alla fine per salvarti. Le sue braccia aperte sulla croce sono il segno più prezioso di un amico capace di arrivare fino all’estremo: «Avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine» (Gv 13,1).

 

 Quel Cristo che ci ha salvato sulla croce dai nostri peccati, con lo stesso potere del suo totale dono di sé continua a salvarci e redimerci oggi. Guarda la sua Croce, aggrappati a Lui, lasciati salvare, perché «coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento». E se pecchi e ti allontani, Egli di nuovo ti rialza con il potere della sua Croce. Non dimenticare mai che «Egli perdona settanta volte sette. Torna a caricarci sulle sue spalle una volta dopo l’altra. Nessuno potrà toglierci la dignità che ci conferisce questo amore infinito e incrollabile. Egli ci permette di alzare la testa e ricominciare, con una tenerezza che mai ci delude e che sempre può restituirci la gioia» (Papa Francesco Christus vivit)

 

 

Padre Francesco


 Venerdi 5 adorazione eucaristica dalle 17 alle 18.30

 

 

Orario Messe

 

feriale: ore  7,30 - 18,30 Messa 

 

festivo: ore  8,00 - 11,00 - 12,15 (tranne luglio e agosto) -

           ore 18,30 


Liturgia del giorno

Mercoledi 5 Giugno 2020

Antifona d'Ingresso

Volgiti a me, Signore, e abbi misericordia,

perché sono triste e angosciato;

vedi la mia miseria e la mia pena

e perdona tutti i miei peccati.

 

Colletta

O Dio, che nella tua provvidenza tutto disponi secondo il tuo disegno di salvezza, allontana da noi ogni male e dona ciò che giova al nostro vero bene. Per il nostro Signore ...

Prima Lettura

2 Tm 3, 10-16

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo a Timoteo.

Figlio mio, tu mi hai seguito da vicino nell'insegnamento, nel modo di vivere, nei progetti, nella fede, nella magnanimità, nella carità, nella pazienza, nelle persecuzioni, nelle sofferenze. Quali cose mi accaddero ad Antiòchia, a Icònio e a Listra! Quali persecuzioni ho sofferto! Ma da tutte mi ha liberato il Signore! E tutti quelli che vogliono rettamente vivere in Cristo Gesù saranno perseguitati. Ma i malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannando gli altri e ingannati essi stessi.

Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente. Conosci coloro da cui lo hai appreso e conosci le sacre Scritture fin dall'infanzia: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene mediante la fede in Cristo Gesù. Tutta la Scrittura, ispirata da Dio, è anche utile per insegnare, convincere, correggere ed educare nella giustizia, perché l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.

 

C: Parola di Dio.

A: Rendiamo grazie a Dio.

 

Salmo Responsoriale

Sal 118

 

RIT: Grande pace, Signore, per chi ama la tua legge.

 

Molti mi perseguitano e mi affliggono,

ma io non abbandono i tuoi insegnamenti.

La verità è fondamento della tua parola,

ogni tuo giusto giudizio dura in eterno.

 

I potenti mi perseguitano senza motivo,

ma il mio cuore teme solo le tue parole.

Grande pace per chi ama la tua legge:

nel suo cammino non trova inciampo.

 

Aspetto da te la salvezza, Signore,

e metto in pratica i tuoi comandi.

Osservo i tuoi precetti e i tuoi insegnamenti:

davanti a te sono tutte le mie vie.

 

Canto al Vangelo

Alleluia, Alleluia.

 

Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore,

e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui.

 

Alleluia.

Vangelo

Mc 12, 35-37

Dal Vangelo secondo Marco

 

In quel tempo, insegnando nel tempio, Gesù diceva: «Come mai gli scribi dicono che il Cristo è figlio di Davide? Disse infatti Davide stesso, mosso dallo Spirito Santo:

"Disse il Signore al mio Signore:

Siedi alla mia destra,

finché io ponga i tuoi nemici

sotto i tuoi piedi".

Davide stesso lo chiama Signore: da dove risulta che è suo figlio?».

E la folla numerosa lo ascoltava volentieri.

 

C: Parola del Signore.

 

A: Lode a Te o Cristo.